Per motivazioni di carattere legale, gli oli al CBD ad uso umano non sono disponibili per il mercato italiano
 
Gli usi della Canapa

I Mille Usi Della Canapa

La canapa è una pianta dalle proprietà sorprendenti, grazie alle quali si presta a diversi usi in molteplici ambiti, dal settore alimentare a quello industriale, passando per il terapeutico.

Gli usi alimentari della canapa

Farina e oli di canapa. Il seme di canapa è il seme più nutriente che esista. Ha un contenuto proteico del 20/25% e contiene tutti i 9 aminoacidi essenziali. Contiene l’acido linoleico omega-6 e l’acido alfa-linoleico omega-3, che sono acidi grassi essenziali, nella giusta proporzione per l’organismo umano. Inoltre ci sono vitamine, fitosteroli, caroteni e minerali. Gli usi alimentari della canapa non finiscono qui: dalla spremitura a freddo dei semi si può ottenere un olio per alimenti e cosmetici che è considerato un vaccino nutrizionale, nel senso che ha tutte le qualità di un alimento protettivo: se usato quotidianamente aiuta ad esempio a rafforzare il sistema immunitario e ad abbassare i livelli di colesterolo. Dai semi è anche possibile ottenere farina di canapa, usata per la creazione di gustosi prodotti da forno, dolci e salati.

Gli usi industriali della canapa

CARTA

Le prime copie della Bibbia stampate da Gutenberg furono prodotte con carta di canapa e gli originali delle Costituzioni americana (1776) e francese (1791) furono scritti su questo tipo di carta. La produzione di carta con fibra di canapa presenta importanti vantaggi tra cui un’alta produttività della cellulosa (un ettaro di canapa produce in pochi mesi la stessa cellulosa prodotta da 4 ettari di foresta in decenni), una bassa percentuale di lignina rispetto al legno degli alberi e il fatto che la fibra della canapa sia già bianca, rendendo inutili sbiancamenti con sostanze chimiche, spesso dannose.

BIO-EDILIZIA

I “mattoni organici” prodotti con la canapa nella bioedilizia hanno proprietà isolanti e sono regolatori naturali dell’umidità. La canapa unita alla calce garantisce buon isolamento e minimizzazione dei ponti termici, il recupero del calore passivo dall’energia solare e dalle fonti interne, la tenuta all’aria esterna e una ventilazione meccanica ad alta efficienza. Un’altra caratteristica è l’eccellente resistenza meccanica e la riduzione dei costi energetici per mantenere temperatura e umidità costanti.

BIOPLASTICHE

Esistono già diverse materie plastiche in fibra di canapa. La fusione delle fibre di canapa in plastica riduce la quantità di materiale derivato dal petrolio e migliora le qualità generali dei prodotti.

TESSILE

La pianta della canapa è molto utilizzata nel settore tessile grazie alle sue fibre lunghe dalla quale si ottengono tessuti per abbigliamento, mobili, corde e tappeti. La lavorazione della canapa nel settore tessile è largamente diffusa, grazie alla particolare fibra cava della pianta, che la rende fresca d’estate e calda d’inverno. Ha proprietà antibatteriche e antimicotiche ed è in grado di assorbire l’umidità del corpo, mantenendolo asciutto e assorbendo i raggi infrarossi e UVA fino al 95%. La resistenza allo strappo è tre volte superiore a quella del cotone e tra le fibre naturali è quella che meglio resiste all’usura.

E TANTI ALTRI…

Gli usi terapeutici della canapa

Gli usi terapeutici della canapa affondano le proprie radici in una storia millenaria condivisa da molte culture nel mondo. Sono state identificate nella pianta oltre 750 diverse sostanze, di cui 113 hanno una struttura simile ai principali cannabinoidi la cui concentrazione e distribuzione possono variare notevolmente a seconda del profilo genetico della pianta e dei metodi di coltivazione. La medicina moderna continua a studiare i preparati a base di cannabinoidi per identificare nuovi usi.